Per usare al meglio Node.js su Windows possiamo fare ricorso ad un tool di emulazione.

Node.js è soprattutto utilizzato in ambiente Linux. Nonostante Windows Server abbia fatto notevoli progressi nel supporto al software Open Source,
l’integrazione di Node in questo contesto è ancora molto lontana dalla facilità ed immediatezza delle soluzioni native come la tecnologia .NET e il
software annesso.

Per questo motivo si consiglia l’utilizzo di un software di emulazione come VirtualBox in modo da poter
avere un ambiente di sviluppo già predisposto per Node.js.

Si eviterà così di dover perdere del tempo a causa di alcune differenze tra l’implementazione Linux e quella Windows. In questo modo sarete pronti per
affrontare un ambiente di produzione più rapidamente.

Dovrete semplicemente scaricare la ISO della distro Linux server di vostra scelta (Ubuntu, Debian, CentOS, Fedora ecc.) e installarla come macchina
virtuale con VirtualBox.

Tenete a mente alcune cose:

  1. Tra i pacchetti da selezionare durante l’installazione, quello da installare sempre è il server SSH.
  2. Sul vostro router, verificate quali sono gli indirizzi interni alla vostra LAN disponibili e riservatene uno fisso alla vostra macchina.
  3. Modificate il file /etc/resolv.conf inserendo i server DNS di vostra scelta per poter connettervi all’esterno.

Per la gestione della vostra macchina fate riferimento ai tutorial di DigitalOcean.